• 1960
  • 1961
  • 1962
  • 1963
  • 1964
  • 1965
  • 1966
  • 1967
  • 1968
  • 1969
  • 1970
  • 1970
  • 1971
  • 1972
  • 1973
  • 1974
  • 1975
  • 1976
  • 1977
  • 1978
  • 1979
  • 1980
133

Collezioni — Uomo / Accessori

Primavera / Estate — 1986

Cartella Stampa

“Sono oggetti che hanno una propria autonomia, che vivono da soli, svincolati dal prêt-à-porter. Oggetti con un’identità precisa, fatta di qualità, gusto per il dettaglio, attenzione per i materiali impiegati. Perchè mi è piaciuto riscoprire certi vecchi cuoi inglesi o perfezionare il mio Gumi… ritrovare la tradizione e accostarla al senso del nuovo…”

Il VIAGGIO. In cinghiale o in materiale plastico, le valigie molli, da buttare sul sedile dell’auto. E quelle rigide, come “scatole viaggianti”, che rispecchiano un modo di vivere cambiato, dove non c’è più posto per la giacca ammaccata e i pantaloni stazzonati. (E infatti i torna a usare il portagiacca).

Il PASSO. Scarpe tradizionali con soluzioni e materiali inediti. Per le suole, tre strati di bufalo, silenziosi e felpati (di quello usato in genere per le scarpe per bambini), un tacco sagomato a coda di rondine, che può trasformarsi in zeppa di cuoio o di poliuretano elastico per una scarpe confortevole, che non perde mai la femminilità. Per lui, espadrillas di nabuk, pecary, cuoio inglese a tintura vegetale, che non scolora nè macchia.

L’ELEGANZA. Pochette dalle dimensioni ben calibrate (per un rapporto di gestualità preciso, visto che la borsa contiene altri contenitori). Borse a cartella, a secchiello, di forma arrotondata, con lunghi fiocchi sfrangiati, tracolle di raso con il fiocco piatto, pellami a contrasto. Raso a righe, impermeabilizzato all’interno; picchè di cotone gommato rosso e blu, a disegni di vecchia coperta; rete tipo sedia impagliata; vitello stampato a coccodrillo; lucertola pastello e cinghiale: per una young lady dal carattere austero.