• 1960
  • 1961
  • 1962
  • 1963
  • 1964
  • 1965
  • 1966
  • 1967
  • 1968
  • 1969
  • 1970
  • 1970
  • 1971
  • 1972
  • 1973
  • 1974
  • 1975
  • 1976
  • 1977
  • 1978
  • 1979
  • 1980

Collezioni — Donna / Prêt-à-Porter

Primavera / Estate — 1979

Cartella Stampa

L’ispirazione: figure sciolte e femminili, toni profondi rotti da colori primari e contrapposti al bianco totale, una lunga, calda stagione, il vento d’estate, il mare, le notti stellate…

La collezione: tailleurs con pantaloni in suéde o tessuti maschili a trama chiusa; cabans di panno impermeabile, toile de bache o cachemire tricotato; spolverini di impalpabile suéde da guanto; abiti a bain de soleil in daino lavabile; vestaglie e cardigans in lino a righe vaniseés nei più classici toni dell’abbigliamento marino; cardigans a camicia da drappeggiare su pantaloni cangianti dalle tinte vivacissime; semplici gonne a portafoglio da portare su costumi-body con effetti di naturale drappeggio; sottovesti in crêpe de chine indossate con cabans in maglia inglese; leggerissimi e femminilissimi slip-over da portare a pelle nuda con pantaloni in crêpe de chine.

Le linee: la figura è lineare, allungata; le spalle sono importanti e costruite; le maniche, di diversa dimensione in base alla funzione del capo, sempre molto morbide; i colli sono minimi, spesso inesistenti; sciolto e assai duttile il punto-vita. Diverse le soluzioni che favoriscono precisi effetti di morbidezza, sempre portata sul davanti: pinces esterne con impunture triangolari che formano pieghe morenti, tagli in vita più alti dietro e sottolineati sul davanti da arricciature o pinces, tecniche di lavorazione del tricot che permettono di aumentare o gonfiare i volumi, soluzioni di rimborsi centrali favoriti dalla morbidezza in suêde e dal daino.

I colori: ai classici nero e marin si affiancano i colori primari - rosso, giallo, verde, cobalto-che si offuscano con effetti di cangiante, ravvivati o interrotti dal bianco più totale, che ha largo spazio per la sua luminosità e il suo sapore di freschezza. Anche nel tricot, piacevoli effetti cangiante, che con il fil-à-fil rinnova anche le più classiche righe. Ultima nota di colore, il pois che ha la massima trasparenza perché stampato su organza.

Gli accessori: cinture bicolori – tono neutro/tono vivace – o in vernice nera; buste – porta tutto infilate in cintura; borse di forma geometrica in tela – olona a righe sdraio. Foulards (realizzati da I PARALLELI) con effetti di stampa di pois sovrapposta a bande in filo leggero popeline di seta e parei di voile a righe tipo sdraio. Calzature di GUIDO PASQUALI: mocassino a tacco basso con effetti di tagli; mocassino stringato tipo yachting in tela – barca e spugna; sandalo a sottili listini in nappa bianca a tacco alto sottile. Calze a coste in lana leggera di SANTAGOSTINO.

Make–up di HELENA RUBISTEIN.
Acconciature di LELLA.